Chi sono

Sono nato a Firenze il 30 maggio 1956 e risiedo ora a Roma.

SASSOLI, David - EP Vice-President

La mia carriera da giornalista è iniziata collaborando con piccoli giornali e agenzie di stampa, per poi passare nella redazione romanda del quotidiano Il Giorno, dove per sette anni ho seguito i principali avvenimenti politici e di cronaca. Il 3 luglio 1986 mi sono iscritto all’albo dei giornalisti professionisti.
Nel 1992 sono stato assunto in Rai, dove ho lavorato come inviato speciale per quattro anni, prima di essere nominato vicedirettore del TG1 nel 2006.

Nel 2009 mi sono candidato alle elezioni europee con il Partito Democratico come capolista nella circoscrizione dell’Italia centrale, della quale sono stato il primo eletto con 412 502 preferenze e per l’intera legislatura sono stato Presidente della Delegazione del Partito Democratico al Parlamento Europeo.

Nel2012 ho ufficializzato la mia candidatura alle primarie del Partito Democratico del 7 aprile 2013 per il nuovo sindaco di Roma, le cui elezioni comunali si sarebbero tenute poi il 26 e 27 maggio successivi. Con il 26%, sono stato secondo solo al vincitore, il Senatore ed ex candidato Segretario del PD, Ignazio Marino.

SASSOLI, David - EP Vice-President

Alle Europee del 2014 sono stato rieletto eurodeputato e, il 1 luglio dello stesso anno, Vicepresidente del Parlamento Europeo con delega al Bilancio e alla politica Euro-Mediterranea. Come responsabile di quest’ultima, ho rappresentato l’Europarlamento in numerose occasioni ufficiali, sviluppando un dialogo con le istituzioni dei paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente.

Sono stato autore della più importante riforma ferroviaria dell’Unione Europea (IV Pacchetto ferroviario – Legge europea Sassoli-Dijksma) che, dopo 3 anni di complessi negoziati, si è conclusa nel 2017.

Nel maggio 2018 ho fatto inoltre parte della missione elettorale dell’Unione Europea in Libano.
Sono membro della Delegazione UE-Serbia e dal 2016 presidente del Gruppo di Amicizia Europa-Albania.

Non ho del tutto abbandonato la mia carriera da giornalista, collaboro ancora attivamente con quotidiani e riviste vari e curo un blog su L’Huffington Post.
Sono inoltre autore insieme a Francesco Saverio Garofani del libro “Il potere fragile – I consigli dei ministri durante il sequestro Moro” (ed. Fandango).

Questa presentazione richiede JavaScript.