Citizen panel   Il lavoro del Panel ha prodotto 39 raccomandazioni su democrazia europea e valori, diritti, Stato di diritto e sicurezza 

 

Dal 10 al 12 dicembre, si è tenuta la terza ed ultima sessione del panel dei cittadini europei su democrazia europea e valori, diritti, Stato di diritto e sicurezza.

La sessione ha avuto luogo presso l’Istituto Universitario Europeo (IUE) di Firenze (Italia) e in remoto. Alla sessione hanno partecipato cittadini da tutti i Paesi UE di diversa età e provenienza che hanno adottato 39 raccomandazioni per il futuro dell’Europa nel campo della democrazia, dei valori e dei diritti europei, dello stato di diritto e della sicurezza .


Le registrazioni video delle riunioni del Panel di 
venerdì e domenica sono disponibili sul Centro multimediale del PE.

Questa sessione finale del Panel si è tenuta nel pieno rispetto delle misure sanitarie a Firenze (Italia). Per garantire che tutti i partecipanti potessero prendervi parte, è stato reso possibile anche il collegamento a distanza.

I membri del panel si sono basati sul loro lavoro precedente di due sessioni, tenutesi a Strasburgo il 24-26 settembre e online il 12-14 novembre, e incentrate sui seguenti temi: garantire i diritti e la non discriminazione; proteggere la democrazia e lo Stato di diritto, riformare l’UE, costruire l’identità europea e rafforzare la partecipazione dei cittadini.


Prossime tappe

Le raccomandazioni dei panel dei cittadini europei saranno presentate e discusse in occasione della sessione plenaria della conferenza, nel corso della quale saranno formulate le proposte della conferenza. 80 rappresentanti dei panel (20 per ciascuno dei panel dei cittadini europei, di cui almeno un terzo con un’età compresa tra i 16 e i 25 anni) sono membri della plenaria della conferenza. Presenteranno i risultati delle discussioni dei rispettivi panel e li discuteranno con i deputati europei, i politici nazionali, i commissari europei e gli altri membri della plenaria degli organismi dell’UE, delle autorità regionali e locali, delle parti sociali e della società civile.

La prossima conferenza plenaria si terrà a Strasburgo nelle prossime settimane. Nel frattempo, i gruppi di lavoro della plenaria si riuniranno il prossimo venerdì 17 dicembre a distanza. I cittadini di tutta Europa possono continuare a partecipare alla Conferenza attraverso la piattaforma digitale multilingue.

Anche i restanti panel dei cittadini europei adotteranno le loro raccomandazioni nel prossimo futuro, nelle seguenti aree:

– Panel 1 – Un’economia più forte, giustizia sociale e posti di lavoro / Istruzione, cultura, giovani, sport / Trasformazione digitale (il panel si terrà a Dublino, Irlanda)

– Panel 3 – Cambiamento climatico, ambiente / Salute (il panel si terrà a Natolin, Polonia)

– Panel 4 – L’UE nel mondo / Migrazione (il panel si terrà a Maastricht, Paesi Bassi).


Contesto

I quattro panel dei cittadini europei, composti da 200 membri ciascuno, sono un processo guidato dai cittadini e una pietra miliare della Conferenza sul futuro dell’Europa. Le loro deliberazioni tengono conto dei contributi ricevuti sulla piattaforma digitale multilingue dai cittadini di tutta Europa e degli eventi organizzati in tutti i Paesi UE, e sono supportate da interventi e presentazioni di eminenti accademici e altri esperti. I cittadini sono stati selezionati a caso a caso da consulenti specializzati, utilizzando delle metodologie che garantiscano la rappresentatività della diversità dell’UE in termini di origine geografica, sesso, età, background socioeconomico e livello di istruzione. Ogni gruppo di cittadini europei elaborerà delle raccomandazioni che saranno presentate e discusse nella plenaria della conferenza, che a sua volta presenterà delle proposte sul futuro dell’Europa al Comitato esecutivo.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: