Il Secondo Vertice dei Presidenti dei Balcani occidentali si conclude con una dichiarazione congiunta

 

Oggi, i Presidenti dei Parlamenti dei Balcani occidentali si sono riuniti per il Secondo Vertice dei Presidenti dei Balcani occidentali su invito del Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli. A loro si sono uniti i Presidenti dei Parlamenti portoghese e sloveno in rappresentanza dell’attuale e della prossima presidenza di turno del Consiglio dell’Unione europea.

Discorso del Presidente Sassoli:

“Sono molto contento che i Presidenti dei Balcani occidentali abbiano accolto il mio invito, partecipando con me oggi al secondo vertice in questo formato”.

“Insieme, abbiamo riaffermato il ruolo centrale delle nostre istituzioni nell’avanzamento del processo di allargamento. Come spazi inclusivi di dialogo e di scambio di opinioni, i parlamenti possono favorire la comprensione reciproca e la riconciliazione nei Balcani occidentali, contribuendo così direttamente alla pace, alla stabilità, alla prosperità e a una democrazia più forte nella regione – tutti elementi chiave per il nostro comune futuro europeo. Questo ruolo diventa ancora più importante alla luce della pandemia di Covid-19 che ha sconvolto le nostre società e sfidato le democrazie di tutto il mondo”.

“Nella nostra dichiarazione congiunta abbiamo inoltre invitato il Consiglio dell’Unione europea a mantenere le sue promesse e a intraprendere con urgenza un’azione decisiva per accelerare il processo di allargamento. La prospettiva europea e un processo di adesione dei Balcani occidentali all’UE basato sul merito rimangono nell’interesse politico, economico e di sicurezza dell’Unione. L’allargamento rappresenta più che mai un investimento geostrategico per un’Europa stabile, forte e unita”.

“Il Covid-19 ha ulteriormente evidenziato quanto dipendiamo gli uni dagli altri per affrontare le sfide attuali e future. Alla luce di ciò, abbiamo espresso il nostro apprezzamento per gli atti di solidarietà e di cooperazione tra l’Unione europea e i Balcani occidentali nella lotta contro la pandemia e le sue conseguenze e abbiamo accolto con favore il sostegno finanziario dato dall’Unione europea. Questo conferma gli sforzi dell’UE per contribuire allo sviluppo sostenibile e alla ripresa socio-economica a lungo termine della regione”.

“Ho sottolineato che i parlamenti dei Balcani occidentali possono continuare a contare sul nostro pieno sostegno, sia nell’area della mediazione e del dialogo, che nel rafforzamento delle capacità parlamentari, che nell’osservazione elettorale e nelle azioni per i diritti umani. Il Parlamento europeo rimarrà un partner impegnato sul vostro cammino verso un futuro europeo comune”.

Il testo della dichiarazione congiunta è disponibile qui

 

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: