On Saturday 19 June, the inaugural Plenary meeting of the Conference on the Future of Europe was held in Strasbourg   Sabato 19 giugno, a Strasburgo, si è tenuta la plenaria inaugurale della Conferenza sul futuro dell’Europa

Sabato 19 giugno, a Strasburgo, si è tenuta la plenaria inaugurale della Conferenza sul futuro dell’Europa.

La plenaria di oggi segna un altro importante momento per la Conferenza, esercizio di democrazia europea aperto e inclusivo, unico nel suo genere.

Ai discorsi inaugurali dei copresidenti del Comitato esecutivo sono seguiti dibattiti, con la partecipazione dei cittadini, sulle finalità e le aspettative della Conferenza, compresi gli incontri europei di cittadini, gli incontri e gli eventi nazionali e la piattaforma digitale multilingue. Il “Lisbon European Citizens’ Event”, organizzato il 17 giugno in Portogallo, è stato anche accolto con favore dai copresidenti.

La seconda parte ha riguardato questioni prettamente procedurali, incluso il calendario delle plenarie della Conferenza, dei panel europei di cittadini e dell’evento dei cittadini europei.

Un video riassuntivo e l’intera sessione inaugurale sono accessibili sulla pagina del Centro multimediale del Parlamento.


Prossime tappe

Gli incontri europei di cittadini inizieranno a preparare i loro contributi ai futuri dibattiti in plenaria a settembre e ottobre, tra cui una serie di raccomandazioni a cui l’Unione dovrà dare seguito e che tengono conto delle proposte dei cittadini raccolte sulla piattaforma digitale. La Conferenza intende dare pieno spazio ai giovani. In quest’ottica, sono in corso i preparativi per l’Evento europeo per i giovani, organizzato dal Parlamento europeo l’8 e 9 ottobre. La prossima sessione plenaria è prevista per il 22 e 23 ottobre.


Contesto

La plenaria della Conferenza è composta da 108 rappresentanti del Parlamento europeo, 54 del Consiglio (due per Stato membro) e tre della Commissione europea, nonché da 108 rappresentanti da tutti i parlamenti nazionali, in condizioni di parità, e da cittadini. 108 cittadini europei discuteranno delle idee presentate negli incontri e sulla piattaforma digitale multilingue: questi ultimi comprendono 80 rappresentanti degli incontri europei di cittadini, di cui almeno un terzo di età inferiore a 25 anni, 27 rappresentanti dei gruppi nazionali di cittadini o degli eventi nazionali della Conferenza (uno per Stato membro) e il presidente del Forum europeo della gioventù. La procedura di selezione per i rappresentanti dei cittadini sarà ultimata a breve.

Parteciperanno inoltre 18 rappresentanti del Comitato delle regioni e del Comitato economico e sociale europeo, e altri otto rappresentanti della società civile e delle parti sociali. L’Alto Rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza sarà invitato per discussioni inerenti il ruolo internazionale dell’UE. Potranno inoltre essere invitati rappresentanti delle principali parti interessate. La plenaria della Conferenza sarà equilibrata in termini di genere.

I cittadini di tutta Europa possono partecipare fin d’ora alla Conferenza attraverso la piattaforma digitale multilingue, disponibile nelle 24 lingue ufficiali dell’UE.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: