Illustration image of the EU-UK Trade and Cooperation Agreement ©AdobeStock/Feodora Dibattito finale sulle future relazioni UE-Regno Unito prima del voto sul l’accordo 

 

In un dibattito martedì, i gruppi politici del Parlamento si sono espressi a favore dell’accordo che stabilisce le regole delle future relazioni UE-Regno Unito.

La maggior parte dei deputati, così come la Presidente della Commissione Ursula von der Leyen e la presidenza portoghese del Consiglio, hanno sottolineato il loro rammarico per la partenza del Regno Unito, ma si sono espresse a favore dell’accordo commerciale e di cooperazione tra l’UE e il Regno Unito. È l’opzione migliore per ammortizzare i peggiori effetti della Brexit e per assicurare l’integrità del mercato unico, hanno aggiunto.

Riferendosi alle misure unilaterali del Regno Unito in violazione dell’accordo di recesso e del protocollo sull’Irlanda del Nord, la maggior parte dei deputati intervenuti ha sostenuto che il testo fornirà ulteriori strumenti giuridici per prevenire e proteggere da possibili divergenze di una delle due parti dagli obblighi che entrambe hanno sottoscritto.

Dopo quattro mesi di intenso esame, i deputati hanno anche sottolineato che il Parlamento continuerà a svolgere un ruolo attivo nel monitorare da vicino se il Regno Unito adempirà pienamente ai suoi obblighi.

Più tardi oggi, il Parlamento voterà PER dare il suo consenso all’accordo e su una risoluzione che conterrà la valutazione e le aspettative dei deputati. I risultati di entrambe le votazioni saranno annunciati mercoledì 28 aprile alle 9 del mattino.

Guarda la registrazione video del dibattito e, in diretta, la conferenza stampa, che inizia alle 14:00, con i relatori Andreas Schieder (S&D, AT) e Christophe Hansen (PPE, LU) e con i presidenti di commissione David McAllister (PPE, DE) e Bernd Lange (S&D, DE).


Contesto

Il 24 dicembre 2020, i negoziatori dell’UE e del Regno Unito hanno concordato l’accordo commerciale e di cooperazione che stabilisce i termini della futura cooperazione UE-Regno Unito sul libero scambio, senza quote e tariffe in settori quali la pesca, l’energia e la sicurezza interna, e le norme sulla concorrenza leale. L’accordo è stato applicato provvisoriamente dal 1° gennaio 2021 e scadrà il 30 aprile 2021. L’approvazione in Parlamento è necessaria per l’entrata in vigore permanente del testo.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: