Il presidente del Parlamento europeo David Sassoli ha consegnato oggi il Premio Sacharov 2020 per la libertà di pensiero alle oppositrici bielorusse Svetlana Tikhanovskaya e Veronika Tsepkalo a Bruxelles. Le attiviste hanno ricevuto il premio a nome dell’opposizione democratica in Bielorussia, rappresentata dal Consiglio di coordinamento, iniziativa di donne coraggiose e di personalità della società civile e politica. Durante la cerimonia, tenutasi eccezionalmente a Bruxelles, il presidente Sassoli ha detto: “Il mondo intero è consapevole di ciò che sta accadendo nel vostro Paese. Vediamo il vostro coraggio. Vediamo il coraggio delle donne. Vediamo la vostra sofferenza. Vediamo gli abusi indicibili. Vediamo la violenza. La vostra aspirazione e determinazione a vivere in un paese democratico ci ispira”.

“Ogni bielorusso che prende parte alla protesta pacifica contro la violenza e l’illegalità è un eroe. Ognuno di loro è un esempio di coraggio, compassione e dignità”, ha detto la leader dell’opposizione Svetlana Tikhanovskaya accettando il premio. “I bielorussi – ha spiegato – hanno marciato ogni settimana dalle elezioni del 9 agosto. Marciano per il loro futuro e per il futuro di coloro che non possono esserci. Marciano per la libertà e la dignità dei bielorussi, degli europei, la vostra e la nostra. Senza una Bielorussia libera, anche l’Europa non è completamente libera”. “Ho solo un desiderio quest’anno – ha aggiunto l’oppositrice – Voglio che ogni bielorusso che è ora in prigione o è stato costretto a vivere in esilio torni a casa”.

Il vincitore del premio è stato scelto dai leader politici del Parlamento europeo il 22 ottobre 2020. Il premio, consiste in un certificato e 50.000 euro. In una risoluzione adottata nel settembre 2020, gli eurodeputati hanno condannato le autorità bielorusse per la loro violenta repressione delle proteste pacifiche. Il Parlamento sta organizzando una missione conoscitiva sulla Bielorussia dal 18 al 21 dicembre per determinare un ulteriore sostegno all’opposizione democratica, in linea con una risoluzione adottata il 26 novembre 2020. Il Premio Sacharov per la libertà di pensiero, chiamato in onore del fisico e dissidente politico sovietico Andrei Sakharov, viene assegnato ogni anno dal 1988 a individui e organizzazioni che difendono i diritti umani e le libertà fondamentali. L’anno scorso è andato a Ilham Tohti, un economista uiguro che lotta per i diritti della minoranza uigura cinese.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: