“La festa della Toscana è una celebrazione che ci ricorda che nel 1786 il Granducato di Toscana fu il primo Stato al mondo ad abolire formalmente la pena di morte e la pratica della tortura, un primato di straordinario significato non solo per l’Italia ma per l’intera civiltà giuridica europea. Nel celebrare l’identità e l’orgoglio di questa regione, che affonda le sue radici nella libertà comunale, nei principi dell’umanesimo, siamo tutti chiamati a riflettere sui nostri valori comuni, sulla giustizia, sulla pace, sul diritto alla vita, sui diritti fondamentali della persona”. Così il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, in un videomessaggio in occasione della seduta solenne del Consiglio regionale della Toscana.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: