Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, ha aperto la plenaria dell’Eurocamera, che si tiene a Bruxelles e non a Strasburgo a causa della pandemia di Coronavirus, ricordando il professore di storia e geografia, Samuel Paty, assassinato venerdì scorso da un terrorista islamista. “Samuel Paty professore di storia e geografia a Yvelines in Francia, è stato brutalmente assassinato venerdì da un terrorista islamista perché credeva nella libertà di espressione, perché voleva trasmettere ai suoi studenti la libertà di pensare, apertura mentale e valori della convivenza”, ha detto Sassoli. “Cinque anni dopo l’attacco contro ‘Charlie Hebdo’, mostrare una caricatura di Maometto in classe uccide. Il fanatismo e l’intolleranza uccidono. Tutti i nostri pensieri sono con la famiglia e i cari di Samuel Paty e tutto il personale docente in Francia e altrove”, ha aggiunto.
“Il terrore si combatte con l’educazione, con l’insegnamento in cui credeva Samuel Paty, mentre lo praticava. Un insegnamento benevolo e critico, aperto alla società e agli altri, che promuove il dialogo e la conoscenza. Questa lotta è quotidiana. Viene assunto da milioni di insegnanti, che svolgono la loro missione con coraggio e determinazione, e che hanno bisogno del nostro sostegno, del sostegno di una società per la quale la libertà di espressione è un valore fondamentale e un principio fondamentale”, ha sottolineato. Con “con grande emozione” Sassoli ha proposto agli eurodeputati di fare un minuto di silenzio “in omaggio a Samuel Paty, a tutte le vittime del terrorismo e a tutti coloro che lo combattono quotidianamente attraverso la loro professione, il loro impegno e il loro esempio”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: