Per i piani nazionali di ripresa il green deal e la sostenibilità sono le strade maestre da seguire. Lo ha detto, dopo il discorso sullo stato dell’Unione della presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli. Il piano per la ripresa, il Next Generation Eu, “è il più grande piano che sia stato messo in campo dal dopoguerra ad oggi. Abbiamo tante risorse, devono essere investite su obiettivi comuni. Vedo che tutti i paesi stanno ragionando, lavorando, producendo progetti e la bontà del loro lavoro si misurerà sugli obiettivi comuni. Su questo vogliamo essere molto chiari, anche molto esigenti, perché la sostenibilità e il Green Deal devono essere la strada maestra da seguire”, ha detto. “Le risorse sono tante, i tempi non sono lunghissimi. Accompagneremo tutto questo con un bilancio che vuole essere ambizioso e che vuole soprattutto rafforzare le politiche europee quando il Recovery finirà”, ha aggiunto. “Siamo all’inizio di una strada per realizzare un’Europa diversa e più giusta che sia più attenta alle esigenze dei cittadini, alle loro difficoltà, che abbia nell’obiettivo della lotta alla povertà la consapevolezza che i nostri cittadini insieme possono farcela”, ha concluso

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: