“A Hong Kong la settimana scorsa e’ entrata in vigore la nuova legge sulla sicurezza nazionale. La situazione sta diventando sempre piu’ drammatica e ogni giorno che passa porta con se’ notizie di ulteriori incarcerazioni, arresti, violenze. Non c’e’ piu’ liberta’ di assemblea ne’ di parola, nelle biblioteche e nelle scuole sono stati tolti addirittura i libri. Questi sono sviluppi estremamente preoccupanti, che ci riguardano”. Lo dice il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, in apertura della seduta plenaria dell’Eurocamera. “Ammiro e ammiriamo tutti il coraggio e la determinazione dei cittadini di Hong Kong – aggiunge – molti dei quali stanno rischiando la loro liberta’ personale in difesa del mantenimento di una societa’ democratica, libera e aperta. Quello che un tempo era una realta’ democratica dove lo stato di diritto, le liberta’ fondamentali e un alto grado di autonomia facevano parte della vita quotidiana, ora rischia di essere mortificata”. “Come parlamentari dobbiamo dar prova di solidarieta’ e prendere posizione contro l’erosione della liberta’ e il crescente autoritarismo di cui siamo testimoni. Credo di interpretare il sentimento di tutte le colleghe e tutti i colleghi nell’esortare le autorita’ competenti al rispetto degli impegni internazionali e delle liberta’ fondamentali”, conclude Sassoli.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: