Senza categoria

COVID-19: accrescere la consapevolezza dell’azione UE

Rainbow flag in front of EP Headquarters to support the International day against homophobia, transphobia and biphobia to raise awareness of LGBT rights violations
  • Informazione e comunicazione sono uno strumento cruciale nella battaglia contro il coronavirus 
  • Le istituzioni UE sostengono le misure di solidarietà negli Stati membri 
  • Le autorità nazionali dovrebbero fare di più per accrescere la consapevolezza delle azioni UE nella lotta al COVID-19 

I vicepresidenti per la comunicazione del PE hanno invitato gli Stati membri a fare di più per informare l’opinione pubblica su azione e solidarietà UE nella lotta contro il coronavirus.

“L’informazione e la comunicazione sono cruciali per affrontare l’attuale crisi sanitaria ed economica causata dalla pandemia del coronavirus”, hanno dichiarato oggi i vicepresidenti del Parlamento europeo, Othmar Karas (AT, PPE) e Katarina Barley (DE, S&D) dopo due mesi di sforzi comuni dell’UE.

“In primo luogo, è fondamentale che tutte le autorità nazionali mantengano messaggi chiari e coerenti al pubblico sulle misure necessarie al contenimento della diffusione del virus, soprattutto quando si pensa di revocare l’isolamento, e che ciò avvenga in modo coordinato in tutta l’UE”, ha affermato il vicepresidente Karas.

“È inoltre imperativo, nell’interesse del mantenimento dell’unità e della solidarietà UE, che le autorità nazionali si sforzino di comunicare l’azione collettiva intrapresa a livello europeo per assistere gli Stati membri in questa crisi, al fine di combattere la disinformazione. Pertanto, le conferenze stampa e gli aggiornamenti video della Presidente della Commissione europea von der Leyen, soprattutto quando si svolgono al Parlamento europeo, dovrebbero essere ampiamente diffusi negli Stati membri. L’informazione crea consapevolezza”, ha aggiunto Karas.

La vicepresidente Katarina Barley ha dichiarato “Dopo tutto, le iniziative prese a livello UE sono approvate non solo dai membri del Parlamento europeo di tutti gli Stati membri, ma anche dai ministri di tutti i governi nazionali. Tutti noi abbiamo un ruolo nel processo decisionale e siamo tutti coinvolti nel risultato”.

Barley ha aggiunto: “Ciò è importante per ragioni di responsabilità, trasparenza, democrazia e fiducia nelle nostre strutture di governance. Molti aspetti dell’attuale crisi richiedono un approccio condiviso e risorse in comune, regole per tenere aperte le frontiere per il flusso di forniture vitali mediche e alimentari, per il sostegno alle imprese, ai posti di lavoro o ai consumatori, fondi per promuovere la ricerca su vaccini, regole comuni per l’industria aerea, misure di sostegno per l’agricoltura e i settori del turismo e assistenza ai nostri vicini più prossimi e ai paesi terzi partner”.

“L’UE e la BCE, insieme, hanno mobilitato centinaia di miliardi di euro come supporto finanziario alle finanze dello Stato e all’economia. Ciò è possibile solo grazie al merito di credito dell’Unione europea e alla leva finanziaria su larga scala di cui si dispone agendo insieme”, ha spiegato Karas.

Infine, la vicepresidente Barley ha concluso: “Gran parte di questo sforzo viene sottovalutato o peggio, le campagne di disinformazione guadagnano terreno e alimentano il pubblico con una serie di notizie false che sminuiscono i veri sforzi di mutuo supporto in questi tempi molto difficili e incerti”.

Panoramica dell’azione dell’UE contro il Coronavirus:

https://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/priorities/risposta-ue-al-coronavirus

https://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/society/20200424STO77802/coronavirus-la-cronologia-delle-azioni-ue

https://ec.europa.eu/info/live-work-travel-eu/health/coronavirus-response/overview-commissions-response_it