Senza categoria

Dichiarazione comune Parlamento europeo sui Balcani occidentali

Dichiarazione in seguito al Vertice dei Relatori per i Balcani Occidentali su iniziativa del Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, il 28 gennaio 2020 a Bruxelles.


Noi, i presidenti dei parlamenti dei Balcani occidentali, il Presidente del Parlamento europeo e il Presidente del parlamento croato, in rappresentanza della Presidenza croata del Consiglio dell’UE, ribadiamo il ruolo chiave dei parlamenti nel portare avanti il programma di riforme dell’UE e realizzare l’aspirazione europea dei popoli dei Balcani occidentali; invitiamo il Consiglio europeo a continuare a sostenere la prospettiva europea dei Balcani occidentali basata sull’adempimento dei criteri di adesione e a lanciare un messaggio politico esplicito e positivo sull’apertura dei negoziati di adesione e la concessione dello status di candidato; riteniamo che il vertice di Zagabria possa svolgere un ruolo fondamentale nel ripristinare la credibilità della politica di allargamento e nel conferirle un nuovo ed efficace impulso attraverso conclusioni concrete, che avvicinino la regione all’UE e assicurino la sostenibilità della prospettiva europea dei Balcani occidentali;
confermiamo il pieno impegno dei nostri parlamenti a partecipare alle riflessioni su un “approccio rinnovato” all’allargamento, affinché il processo divenga più democratico, più trasparente e più vicino ai cittadini e alla società civile; ribadiamo che lo Stato di diritto è – e dovrebbe rimanere – un pilastro del processo di adesione; siamo fermamente convinti che l’allargamento dell’Unione europea andrà a beneficio dei cittadini dei Balcani occidentali e degli Stati membri dell’UE e potrà condurre alla tanto necessaria riconciliazione nella regione; riteniamo, ora che i preparativi per la conferenza sul futuro dell’Europa hanno acquisito slancio, che i sei paesi dei Balcani occidentali dovrebbero essere pienamente associati ai lavori della Conferenza; siamo pienamente impegnati a collaborare per rafforzare la democrazia parlamentare e la dimensione parlamentare del processo di allargamento, nonché ad approfondire la cultura parlamentare basata sul consenso attraverso un dialogo ben intenzionato, aperto, inclusivo e non conflittuale, guidato dall’interesse di una pace duratura; sottolineiamo l’importanza del sostegno parlamentare e dei programmi di sviluppo delle capacità messi in atto a livello locale e regionale con il sostegno del Parlamento europeo; riteniamo che la responsabilizzazione dei parlamenti sia una componente essenziale del processo di allargamento, in quanto solo parlamenti responsabilizzati ed efficienti, dotati di una solida cultura del dialogo inclusivo e della costruzione del consenso, possono essere veri e propri motori delle riforme.


Infine, noi, i presidenti dei parlamenti dei sei paesi dei Balcani occidentali, con il pieno sostegno del Presidente del Parlamento europeo e del presidente del parlamento croato, in rappresentanza della Presidenza croata del Consiglio dell’UE, ci impegniamo a guidare i nostri rispettivi parlamenti su questo cammino e a contribuire a imprimere un nuovo slancio politico al processo di allargamento, che risponda alle aspettative di tutti i nostri cittadini.