Senza categoria

I gruppi politici del Pe nella nuova legislatura

Il Parlamento è composto da gruppi, simili ai partiti politici nelle legislature nazionali. Attualmente ci sono sette gruppi in Parlamento, più 57 membri non iscritti o indipendenti. Un gruppo ha bisogno di almeno 25 membri provenienti da sette diversi paesi dell’UE. Il Partito popolare europeo è stato il più grande gruppo politico in Parlamento dal 1999. Dopo le elezioni del 2019, il PPE ha 182 seggi. Manfred Weber guida il gruppo. Le priorità sono chiare, siamo la parte che vuole avere un controllo rigoroso e forte delle frontiere con una disponibilità ad aiutare le persone che hanno davvero bisogno del nostro aiuto. Abbiamo bisogno di accordi commerciali equi, quindi una dimensione globale è importante per noi. E il terzo elemento, vogliamo creare posti di lavoro nell’Unione europea perché soprattutto i giovani non possono avere un futuro senza lavoro. S&D è anche conosciuta come Progressive Alliance of Socialists and Democrats.

Iratxe García Pérez presiede il secondo gruppo più grande del Parlamento dopo il PPE. Hanno 154 seggi, provenienti da quasi tutti i paesi dell’UE, a parte la Repubblica Ceca e l’Irlanda. Il gruppo S&D desidera lavorare e essere coinvolto in un’Europa aperta, un’Europa di supporto, un’Europa diversa e giusta, un’Europa che offra opportunità ai giovani, un’Europa che riduca le disparità. È l’impegno della nostra famiglia politica e per cinque anni penseremo solo alla cittadinanza europea e a come migliorare la vita degli uomini e delle donne d’Europa. 108 membri del Parlamento sono riuniti sotto il nuovo gruppo liberale e democratico Renew Europe. Dacian Cioloș guida il terzo gruppo più grande del Parlamento. I loro membri provengono da 22 paesi dell’UE. Il nostro gruppo è un gruppo al centro del Parlamento europeo, fortemente orientato ai cittadini, che difende valori come la libertà, i diritti individuali, la prosperità in Europa, la sostenibilità in Europa e uno sviluppo economico e sociale equilibrato. The Greens / -European Free Alliance, o Greens / -EFA, è una coalizione di quattro parti, guidata da Philippe Lamberts e Ska Keller. Hanno 74 membri e si concentrano su: Una società più giusta, sostenibile e democratica: questi sono i tre assi dell’ecologia politica, le tre fibre del suo DNA. Non possono essere separati l’uno dall’altro. Identity and Democracy, noto anche come ID, è un nuovo gruppo al Parlamento europeo. Istituiti dopo le elezioni europee del 2019, hanno 73 membri.

Il presidente del gruppo è l’italiano Marco Zanni. Il nostro motto per i prossimi cinque anni e per la cooperazione dell’UE sarà “Facciamo meno insieme, ma meglio”. I conservatori e riformisti europei, o in breve ECR, ha 62 membri provenienti da 15 paesi dell’UE, diventando così il sesto gruppo in Parlamento. Ryszard Legutko è copresidente del gruppo con Raffaele Fitto. La difesa è il ruolo dello stato, il ruolo del Parlamento. Il legame con il territorio è fondamentale. Questo è uno dei cardini del nostro gruppo. Siamo euro realisti. Non vogliamo annullare nulla, ma dobbiamo sapere che questa è la strada da percorrere. La Sinistra unitaria europea / Sinistra verde nordica, o GUE / NGL in breve, unisce 41 membri di quattro partiti minori con programmi politici simili. Martin Schirdewan e Manon Aubry copresiedono questo gruppo. Il GUE / NGL è il gruppo di sinistra del Parlamento europeo, l’opposizione democratica di sinistra. I gruppi discuteranno, esamineranno e modelleranno la politica europea per i prossimi cinque anni.